Il vaccino anti-influenzale

Farmacia Cadeddu

I vaccini sono medicinali biologici che hanno lo scopo di prevenire una o più malattie infettive attraverso la stimolazione del sistema immunitario e la conseguente acquisizione della cosiddetta “immunità attiva”.

Nell’Unione Europea i vaccini sono autorizzati in base ai requisiti di qualità, sicurezza ed efficacia che sono stati definiti dalle linee guida europee e internazionali per tutti i medicinali, tenendo conto delle caratteristiche specifiche di questi prodotti.

I dati scientifici presentati dalle aziende farmaceutiche vengono sottoposti a una scrupolosa valutazione tecnico-regolatoria che si conclude con un parere positivo (che porta all’approvazione) o negativo (non approvazione) sul rapporto tra i benefici e i rischi legati all'uso del vaccino nell'uomo.

In ogni caso, prima di poter essere commercializzati in Italia, i vaccini e tutti i medicinali devono ricevere l’Autorizzazione all’Immissione in Commercio (AIC) da parte dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).

Nel caso dei vaccini anti-influenzali, la loro composizione viene aggiornata ogni anno secondo le indicazioni dell'Oms (Organizzazione mondiale della sanità), sulla base delle informazioni epidemiologiche e virologiche raccolte da una rete globale, attiva tutto l'anno, composta da 140 Centri di collaborazione.

Le caratteristiche antigeniche dei ceppi virali che hanno circolato nell’ultima stagione influenzale forniscono la base per selezionare i ceppi da includere nel vaccino dell’anno successivo.

La protezione indotta dal vaccino comincia circa due settimane dopo la vaccinazione e perdura per un periodo di sei/otto mesi per poi decrescere. Per tale motivo, poiché i ceppi virali in circolazione possono mutare, è necessario sottoporsi a vaccinazione antinfluenzale all’inizio di ogni nuova stagione influenzale.

Inoltre, nell'attuale situazione di pandemia globale, è fondamentale proteggere la popolazione utilizzando i vaccini già disponibili per altre patologie, che rappresentano uno strumento formidabile di prevenzione primaria.

L’incremento delle coperture vaccinali per influenza diventa quindi preminente, considerato l’impatto che hanno le malattie provocate dai microrganismi responsabili di queste infezioni soprattutto sulla popolazione anziana e sui soggetti di qualsiasi età affetti da malattie croniche (cardiopatie, patologie croniche dell’apparato respiratorio, cancro, diabete, ecc.). Tra l’altro assume primaria importanza abbassare l’incidenza di malattie respiratorie acute nella popolazione perché di fatto si agevola l’attività di chi deve fare diagnosi differenziale tra SARS-CoV-2 e altri patogeni respiratori che, causando sindromi caratterizzate da segni e sintomi quali febbre e tosse, sono indistinguibili dal punto di vista clinico.

Il Calendario vaccinale, prevede l'offerta gratuita e attiva dal Servizio sanitario nazionale della vaccinazione anti-influenzale per le persone oltre i 64 anni e appartenenti a particolari categorie a rischio.

Il resto della popolazione dovrebbe poter acquistare il vaccino direttamente in Farmacia, tuttavia, siamo costretti ad informarvi del fatto che le quote di vaccini attualmente previste per le Farmacie sono assolutamente insufficienti a soddisfare la richiesta, che quest'anno si prevede molto più elevata.

Il governo, nella figura del Ministro della Salute, ha garantito di far ottenere un aumento delle dosi disponibili nelle prossime settimane. Confidiamo, anche se non vi nascondiamo la nostra preoccupazione, in un intervento risolutivo in tal senso.

Vi terremo informati giorno per giorno sugli sviluppi.

Per maggiori informazioni potete seguirci sui nostri canali digitali di informazione, contattarci al nostro numero whatsapp e, per rimanere sempre aggiornati sulle novità, sugli eventi e sulle promozioni della tua Farmacia, potete iscrivervi subito alla nostra newsletter!

A presto!!